VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
NOTIZIE 03 APRILE 2022

Quando mimetizzarsi è un'arte, 5 animali che lo fanno in maniera sorprendente

Non solo i camaleonti sanno mimetizzarsi con i colori dell’ambiente nel quale si trovano. In natura, esistono anche altre specie che usano la tecnica del camouflage in maniera sorprendente: sanno nascondersi talmente bene mescolandosi alle piante, pietre o sentieri, da diventare praticamente invisibili agli occhi meno attenti. Tramite le tecniche più ingegnose di mimetismo riescono a sfuggire ai predatori oppure a tendere agguati alle prede. Il mondo della fauna è qualcosa d’incredibile che regala sempre piacevoli sorprese. Se da un lato ci sono degli animali ancora sconosciuti agli esseri umani, dall’altra ecco 5 specie di animali che possono fare impallidire anche un camaleonte.

5 animali che sanno mimetizzarsi in maniera sorprendente

Oltre a motivi di sopravvivenza, come appunto la fuga dai predatori o la caccia alle prede, ci sono alcuni animali che cerca invece di fingersi un individuo appartenente a una specie diversa dalla sua per depistare i predatori, in questo caso si parla di mimetismo fanerico, diverso dal mimetismo criptico. Ma quali sono le specie più abili nel camouflage? Ecco 5 esempi.

  1. L’insetto stecco, dalla caratteristica forma a rametto o fuscello, come dice il nome è simile a uno stecco così da potersi mimetizzare con le piante dell’ambiente in cui vive. Anche noto come Bacillus rossius, è molto comune in Europa e nell’area mediterranea
  2. Il nittibio, in questo caso si parla di un gruppo di uccelli diffusi nell’America centrale e del sud. Specie principalmente notturna, durante il giorno gli esemplari sanno mimetizzarsi perfettamente grazie al loro piumaggio che li rende quasi invisibili perché simili ai ceppi di un tronco d’albero
  3. L’uroplatus phantasticus, è una specie di lucertola conosciuta anche come geco satanico dalla coda di foglia. La sua coda è appunto uguale a una foglia e il resto del corpo ha dei colori molto simili a una pianta secca. Quasto particolarissimo animale si può trovare solo nel Madagascar orientale
  4. Megophrys nasuta, è un particolare anfibio che vive nel sudest asiatico. Anche in questo caso, la rana sembra simile a una foglia e il suo nome, invece, è legato alla forma allungata del muso. Generalmente si muove sul terreno, rendendosi quasi invisibile
  5. Podargus strigoides, è un uccello notturno che usa una tecnica simile al nittibio. Sembra un gufo, ma con uno strano becco schiacciato, è stato soprannominato anche bocca di rana. Il suo piumaggio lo rende perfettamente “in tinta” con i colori di rami e alberi

4.735 visualizzazioni 42
Chiudi
Caricamento contenuti...