VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
BUONO A SAPERSI 11 DICEMBRE 2020

Recovery Fund: trovato l'accordo con Ungheria e Polonia

È stato raggiunto l’accordo sulla legge di bilancio dell’Unione Europea, con il conseguente sblocco di 750 miliardi di euro nel primo triennio per la ripresa economica dopo il Covid. Il Quadro finanziario pluriennale 2021/2027 prevede inizialmente 209 miliardi per l’Italia e in totale, fino al 2027, è previsto lo stanziamento di più di 1.800 miliardi. Il veto che aveva bloccato le trattitive era stato posto da Ungheria e Polonia e dipendeva dalla condizionalità a protezione del bilancio Ue. La clausola prevede il divieto di accesso ai fondi europei per i Paesi che non rispettano lo Stato di diritto. “Dobbiamo evitare decisioni arbitrarie, siamo impegnati in un negoziato che chiarisce quale è la linea di demarcazione tra regolamentazione anti frode, che sosteniamo, e lo Stato di diritto che è già chiarito nel trattato” aveva riferito il premier polacco Mateusz Morawiecki. Ma finalmente è stato trovato un accordo anche con questi due Paesi, e la maxi manovra del Next Generation può dunque partire. “Ora possiamo cominciare con l’attuazione e la ricostruzione delle nostre economie” ha così anunciato la fine delle trattative il presidente del Consiglio europeo Charles Michel. Anche Ursula von der Leyen, presidentessa della Commissione Ue ha mostrato entusiasmo per l’accordo tra i Paesi. “Sono contenta che si sia trovata una soluzione. La parte sul meccanismo dello Stato di diritto è rimasta invariata, e questo per me è fondamentale. Spero che il pacchetto da 1.800 miliardi possa avanzare, perché gli europei e le imprese europee ne hanno bisogno”. “Appena raggiunto in Consiglio europeo l’accordo definitivo sul Next Generation Eu. Questo significa poter sbloccare le ingenti risorse destinate all’Italia: 209 miliardi di euro. Approvato anche il Bilancio pluriennale. Ora avanti tutta con la fase attuativa: dobbiamo solo correre!”, ha fatto sapere il premier Giuseppe Conte.

0
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...