VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
EMOZIONI 05 MAGGIO 2021

Ruba le offerte in chiesa, ma il parroco decide di fargli un regalo

Tutto è bene quel che finisce bene. Questa è la storia di un uomo che ha sbagliato, ma che ha conosciuto l’empatia del prossimo. 14 furti dai cestini delle offerte di tre chiese diverse, certamente dei reati che non devono essere commessi e che vanno puniti. Le forze dell’ordine e uno dei parroci coinvolti, però, sono andati oltre, hanno cercato di comprendere le ragioni di un atto disperato e hanno aiutato un uomo in difficoltà economiche.

Il 23enne è stato colto in flagranza di reato, con tutta l’attrezzatura che utilizzava per mettere a segno i furti. Le cassette delle offerte prese di mira sono state le quelle del santuario della Madonna dell’Angelo, del Duomo e della chiesetta di Santo Stefano. La refurtiva ammonta a un totale di circa mille euro. Inevitabile è stato l’arresto, ma quando i Carabinieri e il parroco hanno scoperto che si trattava di un giovane padre di famiglia, disoccupato e con tre figli, hanno deciso di dargli una mano.

I dettagli della storia

Adesso fa il cameriere nel centro storico di Caorle, località del litorale veneziano: è stato assunto dal titolare di un ristorante. A supportare l’iniziativa dei militari, dei servizi sociali e di don Danilo Barlese anche il Comune di appartenenza. Una mobilizzazione generale per aiutare un uomo in difficoltà e la sua famiglia.

I carabinieri, analizzando i filmati del sistema di sorveglianza dei tre luoghi di culto, hanno capito che a rubare era sempre la stessa persona, e sono riusciti a risalire alla sua identità. L’uomo è stato fermato all’uscita di una chiesa con circa 100 euro e l’attrezzatura per per commettere il furto. Con sé aveva un nastro biadesivo che era stato inserito nelle fessure delle cassettine per poter prelevare le banconote.

Quello che ha fatto scattare l’azione di solidarietà è stata la motivazione che il 23enne ha dato. I reati venivano commessi perché non aveva come sfamare sé e la sua famiglia. Un reato che resta tale, ma questa storia dimostra quanto aiutarsi l’un l’altro possa essere la chiave per vivere in una società migliore. E l’uomo si è dimostrato grato dell’opportunità ricevuta: finalmente ha la possibilità di provvedere alle persone che ama.

4.344 visualizzazioni 0
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...