VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
BUONO A SAPERSI 04 NOVEMBRE 2022

Scoperta una nuova zanzara pericolosa: i rischi

In Etiopia è stata scoperta una nuova zanzara pericolosa che ha causato un’epidemia con esiti preoccupanti e mai visti prima d’ora. A essere colpita è stata la città di Dire Dawa, durante la stagione secca. Gli scienziati hanno lanciato l’allarme rispetto alla possibilità che la malaria si diffonda in aree normalmente meno colpite.

Infatti, la zona urbana coinvolta, di circa 500 mila abitanti, di solito non è un hotspot. Nel 2019 sono stati registrati ‘solo’ 205 casi, mentre da gennaio a maggio 2022 si è arrivati a quota 2400. È successo in un periodo in cui le piogge erano irregolari e ci si aspettava un’incidenza della malaria decisamente più bassa.

Scoperta una nuova zanzare pericolosa

Una ricerca condotta dall’American Society of Tropical Medicine and Hygiene (ASTMH) ha evidenziato la scoperta di una nuova zanzara pericolosa. Ha infatti causato un’epidemia atipica e preoccupante. Si tratta della Anopheles stephensi, un insetto che solitamente popola le zone dell’India e dell’Iran.

La stragrande maggioranza dei 228 milioni di casi annuali di malaria che si registrano in Africa dipendono dalla zanzara Anopheles gambiae, che colpisce maggiormente nei mesi piovosi e nelle zone rurali.

L’arrivo di questa nuova specie in Africa, invece, ha messo in allarme i sanitari. Infatti ha un’elevata capacità di resistere agli insetticidi standard e riesce a sopravvivere tutto l’anno.

Un’area pericolosa è quella in cui ci sono i contenitori artificiali per lo stoccaggio dell’acqua, che si trovano proprio nei centri urbani. Ma anche le fonti d’acqua naturali rappresentano un rischio.

I rischi per la salute

“Questa zanzara ha prodotto un picco di infezioni 10 volte maggiore alla media. Lo ha fatto in sole tre settimane e in un’area urbana durante una stagione secca”: ha affermato Fitsum G. Tadesse, dell’Armauer Hansen Research Institute di Addis Abeba. “I nostri risultati indicano che può sopravvivere ovunque, quindi dobbiamo cercare questa zanzara in luoghi dove, in precedenza, le persone non si aspettavano di trovarla”: ha aggiunto.

“La capacità di questa zanzara di persistere nella stagione secca e negli ambienti urbani può alterare la diffusione della malaria in Africa”: ha affermato Sarah Zohdy, dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie.

La nuova zanzara pericolosa potrebbe trasformare questa malattia da prevalentemente rurale a urbana. Con conseguenze preoccupanti, considerando anche l’elevata densità demografica. Infatti, oltre il 40% della popolazione africana vive nelle città. A tal proposito, ecco che cosa attira le zanzare.

Inoltre, uno studio del 2020 parla di un rischio di infezione, a causa della zanzara Anopheles stephensi, che potrebbe coinvolgere 126 milioni di persone in più. Tuttavia, Tadesse ha avvertito che, se le zanzare di Dire Dawa fossero altrove, potrebbe trattarsi addirittura di dati stimati al ribasso. Ecco spiegato perché le zanzare pungono proprio te.

Nel 2020, secondo l’OMS, circa 627 mila persone (in maggioranza bambini di età inferiore ai cinque anni) sono morte di malaria, il 96% delle quali nell’Africa subsahariana.

7.739 visualizzazioni 35
Chiudi
Caricamento contenuti...