VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
NOTIZIE 22 FEBBRAIO 2022

Scoperto un tesoro nascosto di vecchi videogames

I videogiochi possono trasformarsi in un tesoro inestimabile, specie se si tratta di titoli rari e conservati perfettamente nelle custodie originali.

È quello che è successo a un rivenditore di videogiochi, chiamato Gameroom, e alla fortuna rinvenuta quasi per caso all’interno di un vecchio deposito situato in Nebraska.

Tutto ha avuto inizio con la chiusura di un negozio locale del 1994: centinaia di videogiochi per Nintendo e Sega degli anni ‘80 e ‘90 sono così rimasti sigillati e intonsi in un magazzino fino a oggi. Il valore del bottino corrisponde a diverse decine di migliaia di dollari, anche se Gameroom ha dichiarato attraverso un video condiviso sui social di non voler comunicare il valore complessivo fino a quando tutto non sarà opportunamente catalogato e valutato. Tra i videogiochi più preziosi ritrovati nel magazzino ci sono:

  • Chrono Trigger (valutato oltre 2.4oo dollari);
  • Teenage Mutant Ninja Turtles IV: Turtles In Time (che vale circa 1.400 dollari);
  • Final Fantasy III (1.200 dollari);
  • Sunset Riders (oltre 750 dollari).

Tra gli altri titoli rinvenuti sono presenti Aladdin, Musya e Contra Hard Corps on Genesys, tutti per console SNES (Nintendo).

Il valore dei videogiochi e la cultura moderna del gaming

Ma perché ci sono console e videogames che valgono così tanto? Cosa li ha fatti diventare, da semplici passatempo per ragazzi, veri oggetti di culto? Molto probabilmente perché i videogiochi – decennio dopo decennio – sono diventati un simbolo della cultura di massa. Ognuno di noi ha ricordi di gioventù associati a qualche videogioco, e i ricordi possono avere un prezzo molto alto: chi non ha mai giocato a Tetris oppure a Super Mario Bros almeno una volta nella vita?

Senza contare come i videogiochi siano diventati una faccenda piuttosto seria, tanto da spingere il Comitato Internazionale Olimpico ad annunciare nel 2021 la Olympic Virtual Series, cinque giorni di tornei di videogiochi che hanno affiancato le Olimpiadi di Tokyo. Segno che gli sport virtuali e i videogiochi non sono solo una faccenda da ragazzini ma una vera e propria disciplina ludica e sportiva. Il giro di soldi e d’affari che orbita attorno a questo settore è di tutto rispetto. Qui invece puoi leggere del prototipo della Nintendo PlayStation finito all’asta.

2.838 visualizzazioni 16
Chiudi
Caricamento contenuti...