Virgilio Video VIDEO Search
HOME arrowDx NOTIZIE

Sea Watch, parla Carola Rackete: dovevo entrare per salvare vite

27 GIUGNO 2019

Lampedusa, 27 giu. (askanews) - A bordo della Sea Watch 3, Carola Rackete ribadisce: non avevo scelta.

"Abbiamo chiesto all'Italia perché era il porto sicuro più vicino al punto di soccorso. Ma abbiamo chiesto anche allo stato di cui battiamo bandiera, l'Olanda, al governo tedesco, e anche alla Francia, alla Spagna e a Malta di offrire assistenza. Non c'era una soluzione politica in vista e tutte le nostre richieste sono state rifiutate".

Tedesca, 31 anni, cinque lingue, lauree in conservazione ambientale, esperta di navigazione polare e biologia marina, Rackete da molti anni fa anche volontariato. A parlare con la capitana, un gruppo di giornalisti con una delegazione di parlamentari italiani di Partito Democratico e Partito Radicale.

"La situazione a bordo è peggiorata di giorno in giorno" ha detto, "soprattutto dal punto di vista psicologico. Abbiamo persone che hanno minacciato di buttarsi in mare e molti che soffrono delle conseguenze dei traumi. Ma anche persone che ci hanno detto di aver tentato il suicidio. Dovevamo entrare per evitare danni alla vita delle persone. Adesso da 24 ore aspettiamo che il governo italiano si assuma la responsabilità. Ma hanno solo controllato documenti senza fornire assistenza o un porto per queste persone. Ho deciso di avviarmi verso il porto per fornire loro un approdo sicuro perché la loro sicurezza è la cosa principale in questo momento".

Trend

guardali tutti

Buono a sapersi

guardali tutti

Video più condivisi

  • OGGI
  • SETTIMANA
  • MESE
guardali tutti

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Caricamento contenuti...