VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CURIOSITÀ 26 SETTEMBRE 2022

Si può davvero viaggiare nel tempo? Cosa dice la scienza

Per la scienza è “matematicamente” possibile viaggiare nel tempo. Ecco tutto quello che per ora sappiamo sul tema.

Il viaggio nel tempo stuzzica la nostra fantasia dal 1895, anno in cui lo scrittore britannico Herbert George Wells pubblica il romanzo fantascientifico “La macchina del tempo”. La trama porta per la prima volta nella fantascienza il concetto di viaggio nel tempo, influenzando studi di fisici e scienziati del XX° secolo.

Per Einstein è possibile

Primo sostenitore dei viaggi nel tempo è Albert Einstein. Nel 1905 pubblica la prima parte della sua teoria sulla relatività, nota come relatività ristretta. Per il fisico tedesco spazio e tempo siano malleabili e la misurazione delle due dimensioni dipende dalla velocità relativa di chi effettua il calcolo. Nel 1915 Einstein elabora la seconda parte della teoria, la relatività generale, secondo cui la gravità è una curvatura dello spaziotempo. Tuttavia, circa la possibilità di viaggiare nel tempo, basta considerare la relatività ristretta: per la teoria, il tempo è molto più simile allo spazio di quanto si possa credere; quindi, ogni cosa che è fattibile con lo spazio, la si può fare anche col tempo.

Il paradosso dei gemelli

Secondo la relatività ristretta due gemelli possono avere età diverse: ipotizziamo di viaggiare verso il sistema Alfa Centauri in una navicella alla velocità della luce, mentre il nostro gemello resta ad aspettarci sulla Terra. Al ritorno a casa, saremo molto più giovani di nostro fratello. La teoria della relatività generale rende tutto più interessante: a influenzare il tempo non sarebbero solo i viaggi ad altissima velocità ma anche lo stare semplicemente vicino ad un buco nero.

Questo tunnel ci porta indietro nel tempo

Alcuni fisici ipotizzano poi l’esistenza di wormhole, ovvero cunicoli spazio-temporali; per intenderci, un astronauta che accede in un wormhole nell’anno 3000 potrebbe ritrovarsi nel 2000. Va detto che mentre esistono prove empiriche dell’esistenza dei buchi neri, i wormhole seppur “matematicamenteconcepibili sono ancora solo un’affascinante ipotesi.

Non è tutto: altri fisici sostengono che il nostro universo sia solamente uno fra tanti. Se ciò fosse vero, viaggiando nel tempo potremmo far visita al nostro passato, per influenzarlo e cambiarlo. Insomma, quale sia la verità ancora non si sa, di certo il confine fra realtà fisica e fantascienza appare sempre più sottile e inquietante.

2.071 visualizzazioni 35
Chiudi
Caricamento contenuti...