VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CURIOSITÀ 10 SETTEMBRE 2021

Siciliana si salva dall’11 settembre grazie alla conserva di pomodoro: la storia

Sono passati ormai 20 anni dal tragico 11 settembre. In quel triste giorno due aerei dirottati da Al Qaeda si schiantarono contro il simbolo dell’America: le Torri gemelle. Migliaia di persone morirono a seguito dell’attentato, ma Francesca, siciliana emigrata che lavorava negli uffici delle Twin Towers, si salvò grazie alla conserva di pomodoro, la sua è una storia incredibile.

Francesca, l’italiana scampata all’11 settembre

Francesca Lo Monaco D’Angelo, nativa di Alcamo, in provincia di Trapani si era trasferita a New York nei primi anni ’70. Ancora adolescente aveva seguito i suoi genitori, siciliani emigrati, dall’altra parte dell’oceano.

Crescendo, Francesca è diventata manager di una grossa compagnia d’assicurazioni. Il suo sogno era quello di lavorare dentro alle celebri Torri gemelle di Manhattan. “Le Twin towers rappresentavano l’ambizione, la forza della realizzazione, una sorta di simbolo di un traguardo raggiunto”, ha raccontato Francesca.

Francesca lavorava per la Fireman’s Fund Insurance Company, che, nell’aprile 2001, aveva appena cambiato sede e si era trasferita nella Torre numero 2, al 41esimo piano.

Si salva grazie alla conserva di pomodoro: come è andata

È stata proprio la Torre numero 2 del World trade center la seconda ad essere colpita, tre minuti dopo le ore 9, e la prima a crollare, sessanta secondi prima delle 10. Francesca, come molti suoi colleghi, sarebbe morta tragicamente se si fosse trovata lì. Solo che, per pura casualità, quel triste martedì 11 settembre del 2001 Francesca non era in ufficio. A salvarla è stata una tradizione del sud italiano, la conserva di pomodori.

Nonostante vivesse da anni, ormai, negli Stati Uniti, continuava a fare la conserva in casa, come tradizione siciliana insegna. Francesca, proprio a questo scopo, si era presa un giorno di ferie.

“Ricordo che avevamo appena accompagnato le bambine a scuola, non ci eravamo ancora accorti di nulla quando squillò il telefono: era mia cognata. Subito mi fa: ma sei a casa? Meno male che sei a casa, accendi la tv”. In quel momento, alle 8 e 46, il volo numero 11 dell’American Airlines dirottato da Al Qaeda si era appena schiantato tra il 93esimo e il 99esimo piano della Torre Nord, la World trade center 1. “Ho acceso la televisione nei momenti in cui stava arrivando il secondo aereo, cioè quello che poi ha colpito la Torre 2, dove c’era il mio ufficio” ha raccontato Francesca.

Quel tragico giorno, mentre in TV Francesca osservava crollare la torre dove si trovava il suo ufficio, lei era a casa. Salvata, per pura coincidenza, da una antica tradizione siciliana.

22.342 visualizzazioni 58
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...