Virgilio Video VIDEO Search

Sindrome da idrocuzione: sintomi, cause, rischi

10 LUGLIO 2019 4.721 visualizzazioni

Col sole cocente stare in spiaggia è bellissimo, farsi un bagno ancora di più. Ma come sappiamo, senza fare allarmismi, anche un luogo di relax può essere insidioso. Temutissima da tutte le mamme, ecco la sindrome da idrocuzione

I sintomi sono chiari:

• dolore addominale • nausea • vomito • capogiri • sudorazione fredda • svenimento

La sindrome da idrocuzione è una sincope da immersione rapida in acqua fredda, caratterizzata da riflessi neurovegetativi che nei casi gravi possono causare morte per arresto cardiorespiratorio e annegamento. Entrando in acque fredde quando la digestione non è ultimata, il sangue, impegnato nelle attività dell’apparato digerente, viene dirottato sugli altri organi, per mantenere temperatura costante e garantire funzionalità dei muscoli. Un processo che genera squilibrio circolatorio e blocco intestinale.

Con la sindrome da idrocuzione l’impatto brusco della cute con l’acqua fredda provoca un violento e transitorio riflesso vagale che riduce drasticamente frequenza cardiaca e pressione arteriosa.

Se questo fenomeno dura più di qualche secondo si crea un ipoafflusso cerebrale che può causare perdita di coscienza. Immergersi senza sbalzi di temperatura è fondamentale per evitare congestioni.

Ecco perché gli atleti di nuoto prima dei tuffi fanno docce fredde, in modo da “abituarsi” all’impatto con l’acqua. Il consiglio è quello di entrare lentamente in acqua, bagnando viso, torace e addome in acque basse. Evitate tuffi in acqua se siete accaldati e se avete assunto alcolici.

In caso di congestione, portate la persona in luogo ventilato, sollevatele le gambe e fatele bere acqua a temperatura ambiente. C’è chi consiglia anche di riscaldare lo stomaco con una coperta e leggeri massaggi. Ma nei casi più gravi non esitate a chiamare il 118.

Trend

guardali tutti

Consigli

guardali tutti

Video più condivisi

  • OGGI
  • SETTIMANA
  • MESE
guardali tutti

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Caricamento contenuti...