VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
NOTIZIE 13 LUGLIO 2021

Snam inaugura a Bologna TecHub, parte la rivoluzione tecnologica

Roma, 13 lug. (askanews) - Trasmettere e analizzare in tempo reale una quantità di dati giornaliera 100 volte superiore a quella attuale da cui trarre indicazioni utili per l'ottimizzazione della gestione di tutti gli asset dell'azienda, dal monitoraggio delle emissioni ai consumi, dalla previsione della domanda di energia alla protezione fisica delle infrastrutture. La trasformazione digitale di Snam è iniziata con l'inaugurazione del suo primo distretto del futuro, il TecHub di Bologna. Marco Alverà, amministratore delegato di Snam: "Bologna è un pezzo della nostra storia. La Snam è nata proprio nella Pianura Padana, Bologna è uno snodo chiave in cui abbiamo sviluppato la rete e da qui sono partiti gli investimenti per esportare il gas per la prima volta dall'Italia. Ma soprattutto Bologna sta velocemente diventando la Silicon Valley non della Pianura Padana o dell'Emilia-Romagna, ma dell'Europa intera, perché qui abbiamo il Super computer Leonardo, il centro meteorologia, il nuovo centro istituto della Nazioni Unite, l'università di Bologna, di Modena e Reggio Emilia: qui ci sono le migliori menti per la tecnologia; la Snam vuole diventare l'azienda più tecnologica del nostro settore al mondo e Bologna diventa il nostro primo hub per quello che chiamiamo Snam Tech".

L'Emilia-Romagna è un luogo baricentrico dove arrivano e si concentrano i flussi del gas da diversi punti di importazione, ma è anche una delle regioni con la più alta concentrazione di industrie e capacità di innovazione. Per questo Snam e l Università Alma Mater, hanno sottoscritto un accordo per l'avvio di attività di ricerca, sviluppo e innovazione, coinvolgendo anche startup del territorio. Il presidente della Regione, Stefano Bonaccini.

"Noi siamo una Data Valley che dal punto di vista della transazione ecologica e digitale vuole investirci molto. Il lavoro che con Snam e il protocollo che hanno firmato con l'Alma Mater di Bologna va esattamente in una di queste direzioni. Sono gli investimenti più importanti non solo per garantire un ambiente nel quale viviamo più salubre e più curato, ma anche fare in modo che attraverso l'investimento sull'economia verde si creino anche tanti posti di lavoro".

Durante l'inaugurazione del TecHub sono stati presentati i principali sviluppi tecnologici e le sue applicazioni concrete nell'attività quotidiana. Claudio Farina, EVP Digital Transformation & Technology. "Questa serie di progetti permetteranno alle persone di lavorare meglio, in maggiore sicurezza, con maggiore efficacia e di avere ancora di più le caratteristiche più importanti delle persone al centro, cioè la loro creatività, la loro esperienza e la loro capacità di tramandare questa esperienza di persona in persona o anche dalla persona alle macchine, e soprattutto la capacità di relazionarsi con il proprio contesto, con chi ci sta intorno, con i clienti, i fornitori, i colleghi, le istituzioni e il territorio in cui lavoriamo".

Snam ha avviato un piano di investimenti di 500 milioni entro il 2024 per lo sviluppo e il consolidamento di attività legate all'utilizzo dell'intelligenza artificiale e dei big data. Massimo Derchi, Chief Business Unit Asset Italia: "Tutti i nostri tubi sono georeferenziati. Abbiamo ormai casi sempre più frequenti di intelligenza artificiale applicata all'esercizio. Abbiamo un piano di lungo termine per trasformare il dispacciamento, il luogo dove monitoriamo semplicemente i flussi in un luogo dove raccoglieremo tutte le informazioni che riguardano i nostri asset. Avremo un digital twin della nostra infrastruttura e riusciremo a utilizzare con l'intelligenza artificiale un collegamento tra tutti i dati che progressivamente stiamo raccogliendo sull'infrastruttura, per minimizzare il rischio, per avere una sicurezza d'intervento e per avere un'infrastruttura che utilizzi appieno tutto quello che la tecnologia oggi ci offre".

0
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...