VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
BUONO A SAPERSI 08 DICEMBRE 2020

Stone Island acquistata da Moncler: quale sarà il destino della storica azienda modenese

La pandemia ha portato ad una crisi diffusa su tutti i livelli, comprendendo anche la domanda di beni di lusso. Per questo motivo, Moncler ha deciso di investire in un nuovo segmento del mercato, acquistando Stone Island per 1,15 miliardi di euro. Il Covid ha infatti accelerato la dipendenza dell’industria del lusso dall’e-commerce, aumentando la rilevanza di clienti giovani, in particolare quelli della Geneazione Z. Inoltre, il passagio al lavoro da casa avrebbe accentuato la domanda abbigliamento athleisure, cosa di cui Moncler e Stone Island hanno beneficiato. Per questo, Moncler ha dichiarato che acquisterà il 70% della società madre di Stone Island, dall’amministratore delegato Carlo Rivetti e il restante 30% dall’investitore statale di Singapore Temasek, pagando cash fino a 748 milioni e in parte in azioni Moncler di nuova emissione. La società emiliana ha chiuso l’esercizio 2020, terminato a ottobre, con un fatturato di 240 milioni di euro, stabile rispetto al 2019. Questo acquisto di Moncler ha fatto surriscaldare le Borse e le sue azioni sono schizzate al 6,5%. L’obiettivo di Moncler, con l’acquisizione di Stone Island, è quello di diversificare la sua linea con un marchio più tecnico. “La storica sede di Ravarino della Stone Island rimarrà cuore pulsante del brand e un centro di eccellenza che verrà ulteriormente valorizzato” ha assicurato Carlo Rivetti presidente e ad del marchio “Io e il mio team continueremo a fare quello che da tanti anni facciamo con grande passione, continuando a ricoprire i ruoli attuali”. Questa partnership rappresenta “una grande opportunità per il percorso di sviluppo di entrambe le aziende e aiuterà Stone Island ad accelerare la sua crescita internazionale anche grazie all’esperienza maturata da Moncler nel mondo retail fisico e digitale”.

0
Chiudi
Caricamento contenuti...