VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
BUONO A SAPERSI 13 LUGLIO 2022

Sulle Alpi sta succedendo qualcosa, ed è davvero preoccupante

La tragedia della Marmolada, che ha visto il crollo di un enorme pezzo del ghiacciaio, causando morti e feriti, ha aperto gli occhi su un tema molto discusso. Gli esperti e gli ambientalisti stanno riferendo che quello che è successo sulla Marmolada potrebbe presto diventare la normalità sulle Alpi. 

Osservatorio di Sonnblick, Austria: i dati preoccupanti sullo scioglimento delle nevi

I ricercatori dell’osservatorio sostengono che presto si scioglierà tutta la neve sulle Alpi austriache. 

L’osservatorio di Sonnblick, in Austria, che si trova all’altitudine maggiore di tutto il mondo, ha fornito questi dati. Si trova su una montagna alta 3106 metri e sulla sua cima la neve si sta sciogliendo con un mese di anticipo rispetto al passato. È su un cosiddetto “monte glaciale”, che cioè rimane innevato per tutto l’anno.

Ma i ricercatori sostegno che la situazione è diventata allarmante e potrebbe non esserci più neve nel giro di poco tempo. Sono stati molti gli scienziati che negli ultimi anni hanno evidenziato lo scioglimento delle nevi di quelli che si pensava fossero “monti glaciali”. Un team di studiosi in particolare, composto da persone dell’EHT di Zurigo e dell’Università di Tolosa, in Francia, ha analizzato tutti i ghiacciai del mondo, confermando il loro scioglimento ad una velocità preoccupante. 

L’allarmante condizione delle Alpi in Italia

Sembra che le nostre Alpi riversino in una condizione altrettanto allarmante. Fin ad oggi sono scomparsi almeno 200 ghiacciai alpini. Il Comitato Glaciologico Italiano nel 1958 contava 530 km2 di ghiacciai sulle nostre Alpi mentre oggi se ne contano meno di 360, e sono in veloce scioglimento, frammentati e isolati. Quindi, quali sono i ghiacciai a rischio scioglimento in Italia?

Non esistono più ghiacciai di grandi dimensioni, e gli unici che superano i 10 km2 sono quello di Forni sullo Stelvio, il Miage sul gruppo del Monte Bianco, e il complesso Adamello-Mandrone che si trova tra Lombardia e Trentino. Anche il ghiacciaio più meridionale d’Europa, quello del Calderone nel massiccio del Gran Sasso, in Abruzzo, e quindi sugli Appennini, si sta sciogliendo ad una velocità elevatissima. Inoltre, come riportato da Legambiente, i ghiacciai alpini si sono ridotti del 60% in 150 anni.

6.370 visualizzazioni 24
Chiudi
Caricamento contenuti...