VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CURIOSITÀ 28 SETTEMBRE 2021

Trovano antiche monete romane: la scoperta incredibile

Durante un’immersione due sommozzatori hanno trovato un tesoro risalente al periodo dell’Impero Romano: 53 monete d’oro sono state recuperate dal fondo del mare.

 

La scoperta delle monete

Nella baia di Portitxol, a Xàbia in Spagna, Luis Lens e César Gimeno hanno effettuato una delle loro abituali immersioni e durante la nuotata in profondità hanno notato qualcosa che brillava sul fondo del mare. A prima vista sembrava una semplice monetina da 10 centesimi, e dato che ne avevano viste tante del genere, avevano deciso di lasciarla lì.

Una volta risaliti in superficie però, i due sommozzatori sono stati colti da un atroce dubbio: e se non fosse stata una comune moneta da 10 centesimi?

Così hanno deciso di immergersi nuovamente e questa volta non si sono fatti scoraggiare dalla posizione della moneta che era incastrata in un piccolo foro. Quando l’hanno recuperata si sono resi conto di aver fatto la scelta giusta: quella non era una moneta comune, bensì risaliva all’Impero Romano.

Inoltre, di fianco alla moneta scoperta hanno ritrovato altre 53 monete d’oro, incastrate nella fessura di roccia. I due amici ne hanno raccolte alcune e hanno deciso di rivolgersi all’amministrazione locale: “Abbiamo portato loro le otto monete che avevamo trovato in un barattolo di vetro con un po’ d’acqua di mare”, ha raccontato Lens.

Quest’ultimo è poi tornato in fondo al mare per altre tre volte per recuperare le altre monete insieme ad alcuni esperti in archeologia subacquea del Comune, dell’Università di Alicante (UA) e della Guardia Civil. Insieme alle monete hanno recuperato tre chiodi e resti di piombo piuttosto deteriorati che sembrano appartenere a un vero e proprio forziere.

 

La datazione delle monete

Secondo l’Istituto Universitario per la Ricerca in Archeologia e i Beni Storici dell’Università di Alicante (INAPH), le monete d’oro ritrovate sono in perfette condizioni: si possono anche leggere le iscrizioni che le identificano come monete dei periodi degli imperatori romani Valentiniano I, Valentiniano II, Teodosio I, Arcadia e Onorio. La datazione le colloca nel periodo tra la fine del IV secolo e l’inizio del V.  Le monete saranno restaurate e poi esposte al Museo Archeologico ed Etnografico Soler Blasco di Xàbia.

22.894 visualizzazioni 17
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...