Virgilio Video VIDEO Search
HOME arrowDx NOTIZIE

Uruguay, gruppo di vegani organizza veglia per mucche al macello

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
22 AGOSTO 2019

Montevideo, 22 ago. (askanews) - In un paese dove il consumo di carne è in media di 60 chili all'anno a testa, un gruppo di attivisti di Animal Save Movement Uruguay ha organizzato una veglia per le mucche arrivate in un macello a Est della Capitale Montevideo, per dare loro conforto negli ultimi momenti di vita.

L'attivista Alfonso Mendez, venuto con gli altri a dare una carezza e a trasmettere un po' di calma a questi animali prima di essere macellati, spiega:

"In realtà, naturalizziamo la violenza ogni giorno, contro ogni essere. Pertanto, questo gesto è per rompere l'indifferenza, per smettere di essere indifferenti davanti a cose che non sono giuste. E non importa quali ragioni adduco: è saporita, non è saporita, è nutriente, non è nutriente. Mangiare animali non va bene".

L'offerta gastronomica per i vegani nel Paese, anche se ultimamente si è ampliata, è scarsa. Il numero di chi non mangia carne è tuttavia in aumento, si contano circa 120.000 tra vegani e vegetariani sui 3,4 milioni di abitanti, secondo gli attivisti.

"Forse essere vegani in altri posti del mondo è difficile - aggiunge l'attivista Vanessa Ferraz - ma qui è particolarmente difficile a causa degli allevamenti e dell'aumento del bestiame e del consumo di asado in generale, ma credo che il movimento vegano stia sempre più crescendo, quindi credo che sarà meno difficile essere vegani".

In Uruguay la domenica è il giorno ideale per l'"asado", tipico piatto di carne alla brace. Ne cuoce parecchia lo chef Horacio Miguel Biglieri:

"La maggior parte delle persone mangia la carne. Coloro che consumano altre cose non sono molti, circa il 30% delle persone mangiano verdure e pesce, altri mangiano carne e solo carne. Credo che niente batta la carne alla griglia".

L'Uruguay lavora circa 2,4 milioni di capi di bovini ogni anno, secondo i dati del settore.

Per l'allevatore Mateo Santos, invece, è "loro diritto - ha detto rivolgendosi ai vegani - non mangiare carne".

Trend

guardali tutti

Virali

guardali tutti

Video più condivisi

  • OGGI
  • SETTIMANA
  • MESE
guardali tutti

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Caricamento contenuti...