VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
NOTIZIE 01 MARZO 2021

Variante inglese, un metro di distanza non basta più: l'ipotesi

L’infettivologo Massimo Galli, primario dell’ospedale Sacco di Milano, lancia un nuovo allarme sulla variante inglese del coronavirus che “diventerà prevalente, se già non lo è”. L’esperto, ascoltato dall’Agi, ha sottolineato che il ceppo nato nel Regno Unito è più contagioso e ha “una velocità di trasmissione maggiore del 37% o del 40%”. Questo significa per Galli che “probabilmente il virus va anche più lontano del solito metro e mezzo e infetta più efficacemente bambini e ragazzi anche se per fortuna non sembra più capace di ammazzare”.

0
Chiudi
Caricamento contenuti...