VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CONSIGLI 08 GIUGNO 2022

Zanzare: i colori da evitare per non essere punti

Le zanzare sono una delle cose che proprio non si tollerano in quella che per molti è la stagione preferita: l’estate. Da sempre prerogativa delle stagioni più calde, gli ultimi anni, a causa del riscaldamento globale, in molte zone, sono attive anche d’inverno. Insomma, con questi odiosi insetti bisogna imparare oramai a convivere tutto l’anno

Leggi anche zanzare geneticamente modificate, così si combattono virus e parassiti.


Ma perché le zanzare pungono?

Ma perché le zanzare pungono e quale condizionamento hanno nel farlo? Non tutti sanno che a pungere sono le zanzare femmine, perché attraverso il sangue, si nutrono di sostanze e proteine utili per la riproduzione e la deposizione delle uova

Ma non tutti sono esposti allo stesso modo al rischio puntura. Questa constatazione empirica che tutti avranno fatto nelle sere d’estate ha un fondamento scientifico: il respiro, l’odore, la temperatura della sua pelle attraggono le zanzare in modo diverso.

Le zanzare utilizzano per prima cosa l’odore che le aiuta a orientarsi nello spazio. L’odore che guida le zanzare è dato dalla percezione dell’anidride carbonica che esaliamo dal nostro respiro e che stimola l’insetto.

Il potere dei colori: l’esperimento

Ma c’è un altro fattore da sempre oggetto di intuizioni che ha trovato di recente fondamento scientifico, grazie a uno studio dell’Università di Washington. Secondo l’esperimento, che ha coinvolto ben 12300 esemplari di zanzare appartenenti alla specie Aedes aegypti, ci sarebbero alcuni colori ad attrarle: rosso, arancio, nero, ciano. Di contro, ignorerebbero altri colori come: viola, verde, blu, bianco. Il colore rosso, in particolare, non riguarda solo i vestiti che indossiamo, ma anche la pelle, per cui tutti gli esseri umani posseggono una base tendente al rosso” che le attrae.Tuttavia, indossare abiti neri, rossi o arancioni può renderci più a rischio puntura, mentre i vestiti con colori freddi come verde, blu e viola potrebbero renderci meno esposti. L’esperimento ha dimostrato che in assenza di anidride carbonica le zanzare non mostrano alcuna predilezione per i colori, ignorando gli elementi cromatici. Quando però è stata introdotta l’anidride carbonica all’interno dell’ambiente sotto osservazione, il comportamento degli insetti è cambiato, e hanno dimostrato più interesse verso l’azzurro, il nero, l’arancione e il rosso, mentre hanno ignorato i punti luminosi di colore verde, blu e viola.

2.568 visualizzazioni 0
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...