Circa 716 risultati

Consigli

VIRGILIO CONSIGLI PUBBLICATO IL

Sicurezza in acqua: 5 cose che ogni genitore dovrebbe sapere

Ecco cinque cose che ogni genitore dovrebbe sapere per la sicurezza del proprio figlio in acqua.

1) Barriere fondamentali - È importante che ci siano barriere o impedimenti tra i bambini e l’acqua. Se chi possiede una piscina è tenuto a recintarla - preservando l’incolumità di eventuali soggetti a rischio - a voi genitori spetta il compito di educare i vostri figli al rispetto dei divieti di accesso e di balneazione.

2) Sì a lezioni di nuoto - Seppur non sufficienti a proteggere il bambino, le lezioni di nuoto sono fondamentali per avviarlo ad una corretta acquaticità, per fargli apprendere il giusto modo di respirare in acqua. Ricordate: ognuno ha i propri tempi, per cui rispettate sempre sensazioni e paure senza forzature!

3) Siate vigili! - La vostra supervisione attenta è fondamentale! In acqua, quindi, niente smartphone o tablet, specialmente se vostro figlio ha appena iniziato a nuotare!

4) In acqua nessuna certezza - Chi sta annegando può non essere in grado di gridare o emettere suoni per richiamare i soccorsi. Non affidatevi quindi alla prontezza del bambino nel chiedere eventuale aiuto!

5) I braccioli: bocciati - L’unica misura di sicurezza efficace è il giubbino di salvataggio. I braccioli sono sì divertenti, ma tutt’altro che sicuri! Attenzione poi a dove si tuffano i vostri figli, soprattutto se in zone pericolose o lontane dal servizio di salvataggio

Tutti i video
seguici su